Segnaletica e usabilità

Il concetto di usabilità è universale, vale per tutti, riguarda le icone sul web così come la segnaletica all’interno o all’esterno di edifici. L’approccio all’usabilità è una forma mentale, che coniuga la logica con visualizzazioni e forme.

Prendendo spunto da caratteristiche di qualità previste dalla Legge 4/2004 “Disposizioni per favorire l’accesso dei disabili agli strumenti informatici”, all’avanguardia in Europa, è possibile considerare alcuni aspetti dell’usabilità o fruibilità delle informazioni riportate su qualsiasi supporto, anche non digitale.

La fruibilità delle informazioni, riportate nell'Allegato B del DM 8 luglio 2005, può essere considerata tenendo conto ad esempio delle seguenti caratteristiche di qualità:
- percezione
- comprensibilità
- coerenza
- apprendibilità
- gradevolezza


Tali caratteristiche possono essere completate con alcune altre previste dallo standard UNI
ISO/IEC 25012:2014 “Modello di qualità dei dati”, come:
-
tempestività di aggiornamento (specie per i segnali elettronici)
- completezza
- accessibilità ai disabili
- credibilità
- efficienza
- precisione (ad esempio per le immagini il livello di dettaglio, per i numeri i decimali, ecc.)

Di seguito si riportano, a titolo esemplificativo e didattico, alcune delle caratteristiche citate, raccordate a casi di segnaletica reale.

Segnaletica d’interno

Pannello luminoso che indica tempestivamente l’avanzamento del treno e l’orario di arrivo (Tokyo 2010) - Esposto in alto.
Pannello che indica il percorso di un treno in Giappone
Pannello dinamico con l’indicazione tempestiva del percorso già effettuato su un treno urbano (Sydney 2014)

Pannello di percorso di un treno urbano a Sydney


Pannello statico
comprensibile per quel che riguarda le fermate di una linea metro italiana; non sono percepibili da lontano le frecce nel semicerchio che indicano le fermate e l’uscita dal convoglio secondo la direzione del treno; sono molti i dettagli da leggere

Linea metro a Roma


Nella seguente analoga rappresentazione, le frecce sono sostituite da rettangoli in corrispondenza delle fermate e delle uscite; le direzioni del treno, indicate una sola volta, migliorano la
percezione dell’informazione e lo schema appare più semplice

Linea metro a Roma


A tali pannelli si accompagnano comunque utili annunci dinamici, visivi e vocali (con l’indicazione della fermata e dell’uscita, ad esempio con una freccia a destra) in italiano e in inglese, che orientano i passeggeri con
gradevolezza e tempestività

indicazione di prossima fermata


Moderni monitor con informazioni
complete che integrano l’informativa

Video informativo su metro


In alcune stazioni l’
accessibilità per i disabili visivi è agevolata con informazioni in Braille e percorsi dedicati

Percorso segnato per ciechi


Pannello che presenta in alcuni alberghi (Parigi 2005) la situazione del traffico con tempestività

Pannello in un albergo sul traffico


La seguente segnaletica in un albergo italiano presenta alcune particolarità.
La doppia indicazione a sinistra e destra, con posizioni diverse delle scritte nei due pannelli, riduce la comprensibilità: una più semplice indicazione potrebbe essere:
<— 201-221 | 222>250—>
Inoltre non è evidente se la stanza 222 è raggiungibile sia a sinistra che a destra o da entrambe le direzioni oppure è un errore.

Cartello in un albergo sui numeri delle stanze


Di seguito distributore di biglietti di treni (Sydney 2014) apparentemente molto complesso e forse di scarsa
gradevolezza, ma con evidente percezione del numero che indica (solo a vedenti) l’ordine delle operazioni da fare

Un distributore di biglietti ferroviari a Sydney


Interessante ed
efficiente pannello in un’università australiana. Il piano specifico dove si deve andare non si sceglie dentro i diversi ascensori, ma al di fuori di essi: verrà indicato di conseguenza quale ascensore prendere (che andrà solo in quel piano)

Pannello per ascensori


Comprensibile ed accessibile pannello in un ascensore di un’università italiana: il numero è univocamente all’interno del bottone ed accanto in Braille il numero del piano

Tastiera di ascensore

Circa il pulsante R, invece di 0, si possono nutrire dei dubbi sulla
comprensibilità.


Segnaletica esterna

A Toronto i semafori indicano ai pedoni il tempo disponibile (in secondi) per attraversare la strada: i secondi appaiono più tempestivi e comprensibili del “giallo” interminabile che si trova nei sematori di alcune città taliane

Semaforo con indicazione dei secondi rimanenti per attraversare


semaforo


semaforo


A San Pietroburgo in presenza di alcuni semafori che dispongono di segnalatore acustico per autorizzare i ciechi ad attraversare, si avvisano anche gli automobilisti che alcuni pedoni potrebbero non vederli… con il simbolo degli occhialetti scuri… come dire non provate a passare col rosso che potreste non essere visti

IMG_7208 copia 2


Nel pannello seguente può sembrare
coerente che per raggiungere i posti indicati le autovetture devono andare a destra e i pedoni dritti: lascia pensare però il segnale di divieto di transito, messo vicino ai pedoni, ma dedicato alle auto

Cartello stradale pedonale/automobilistico


Il seguente cartello stradale, non immediatamente
comprensibile indica il pericolo di un aereo (a causa di un vicino aeroporto). Forse un avvertimento a non distrarsi alla guida (foto Scano)

cartello stradale



Di seguito un cartello degli orari di autobus. I caratteri piccoli ne compromettono la leggibilità e quindi la comprensibilità; la pioggia e l’umidità alterano la precisione dell’immagine (foto Caccavello)

cartello con orari di autobus


Non tanto
comprensibile nel seguente pannello la coerenza tra il testo e la grafica. Il testo dice l’ingresso è in basso a sinistra, però nella realtà è in alto (a sinistra) dopo svariati scalini

Cartello con indicazione di un ingresso


Altri casi sono disponibili su
segnaletica esterna del vecchio sito Mondomatica.

Notizie

Metro, quei cartelli che fanno impazzire
"Uscita", la freccia indica a sinistra. "Exit", un'identica freccia rivolta verso destra. "Sortie", di nuovo a sinistra… da che parte bisogna andare? … oscuro linguaggio… labirinto degli sprechi… serve un navigatore, corridoi che si intrecciano, indicazioni a metà, frecce ambigue. (da Il Messaggero, 13 novembre 2015)

Informativa sulla Privacy. Informativa sui Cookies.

Segnaletica e usabilità